Il percorso di analisi individuale è rivolto agli adulti, che a un certo punto della loro vita sentono il bisogno di risolvere aspetti emotivi e relazionali lasciati da tempo in sospeso. La persona può avviare il racconto di sé a partire da un evento traumatico, da un ricordo della propria infanzia oppure da una difficoltà in un ambito specifico della propria quotidianità.

sedia

Alla base dell’incontro con uno psicoterapeuta, vi è la decisione di voler cambiare qualcosa che non funziona o che non si sopporta più. Non è facile trovare il coraggio per affrontare dolori o problemi persistenti, ma può essere ancora più difficile far finta che tutto stia andando bene.

Costruire insieme il senso della propria esistenza

Può capitare di sentirsi persi, di aver smarrito il senso del proprio vivere. A volte un licenziamento, una separazione o un evento inaspettato innescano una reazione a catena che fa crollare il castello delle proprie certezze. Altre volte si è consapevoli di trascinarsi da anni un peso che rallenta i propri passi, una ferita dell’anima che produce una sofferenza diventata ormai una compagna di viaggio.

Nella dinamica dei conflitti interni, il terapeuta si schiera come “alleato” della parte della persona che lotta per stare meglio. Si pone come polo ricevente dei suoi carichi emotivi e cognitivi, nel rispetto dei suoi tempi e dei valori in cui crede. Curare significa accogliere e accompagnare nelle battaglie quotidiane, fornendo alla persona nuove prospettive e rigenerando il senso della propria esistenza.